Villa in Viale della Bornata

Viale della Bornata, Porta Venezia, Zona Centro, Brescia, Lombardia, 25124, Italia
Vendita €2.150.000,00 - Villa
700 mq 6 Camere da letto 5 Bagni 8 Garage 2005 Year Built 3900 mq

Casa di campagna in città

La realtà è vicina al sogno.
Casa di campagna in città: Viale Bornata, riparata.
La quotidianità reale vive di sogni realizzati. Una casa per due famiglie, ma già predisposta per essere una grande unità. La ricostruzione sul vecchio impianto architettonico si è rinnovata con l’intervento che il proprietario e lo studio di Architettura Gruppo Associato Paterlini (Arch. Mara e Ing. Fernando), hanno saputo ottenere con una armoniosa distribuzione dentro e fuori la casa.
L’area verde è grande, godibile e di facile manutenzione, preserva la privacy di chi vive nel silenzio e nella natura.
Piscina grande e di grande effetto scenico e funzionale.
L’appartamento al piano terra è composto da ampio atrio di ingresso, grande soggiorno, cucina abitabile, tre camere da letto con bagni; al primo e al secondo piano l’altro appartamento: al primo livello grande soggiorno con terrazzo, cucina abitabile, bagno; al secondo livello camera matrimoniale con bagno, camere doppia, altro bagno; al piano terra numerosi spazi funzionali, alla gestione della casa: lavanderie, cantina per i vini, locali tecnologici. Autorimessa mq 160. L’incarico per la vendita è stato assegnato in esclusiva a Buizza Immobiliare, Nordimmobiliare, Studio Ziletti. Un incarico che nell’evoluzione del mercato trova nelle tre agenzie immobiliari la risposta per professionalità e serietà per chi vende e per chi compra immobili di prestigio e non solo
Certificazione energetica in fase di elaborazione.
Per informazioni o appuntamenti, contattateci senza impegno.
www.studioziletti.it – Tel. 030 2452581 – Torre Kennedy Via Malta 7/c a Brescia. Siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30.

Brescia è un comune italiano di 196.205 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Lombardia.

Brescia sorge ai piedi del monte Maddalena, vicinissima al rinomato e turistico lago di Garda e del più piccolo lago d’Iseo. Il centro storico della città è racchiuso nel perimetro della cinta muraria di epoca veneta, abbattuta tra la seconda metà dell’Ottocento e gli anni venti del Novecento, ed è sovrastato dal colle Cidneo sul quale sorge il castello di Brescia.

La città di Brescia è anche soprannominata “Leonessa d’Italia” per i dieci giorni di resistenza agli austriaci durante il Risorgimento Italiano.

L’UNESCO ha dichiarato come patrimonio mondiale dell’umanità, facente parte del sito “Longobardi in Italia: i luoghi del potere“, sia l’area monumentale del foro romano, sia il complesso monastico longobardo di San Salvatore-Santa Giulia, all’interno del quale si trova il Museo della città per restare nel mondo culturale. L’area monumentale del Foro romano: costituisce il complesso archeologico in cui sono presenti alcuni tra i maggiori e meglio conservati edifici pubblici di epoca romana esistenti nell’Italia settentrionale.

Brescia conserva nell’area del centro storico diverse decine di chiese appartenenti ad ogni periodo storico e artistico, dalle testimonianze longobarde alle opere del più estremo Settecento, fino ai prodotti dell’eclettismo ottocentesco. Importanti anche le opere di architettura civile.

La città è famosa nel mondo grazie alle industrie attive in provincia di Brescia. Le principali attività industriali sono quelle meccaniche, metallurgiche, per la produzione di mezzi di trasporto e di armi.

Brescia gode di una discreta copertura didattica con diverse facoltà universitarie.

Vanta un buon numero di attive e ottime infrastrutture ospedaliere: Spedali Civili, Fondazione Poliambulanza, l’Istituto Clinico Città di Brescia

Nel 2017 Brescia e la sua provincia saranno la Regione Europea della Gastronomia, grazie anche ai  piatti della tradizione: i celebratissimi casoncelli, lo spiedo bresciano, la polenta, il formaggio Bagoss. Una menzione speciale va ai grandi vini della Franciacorta e di Lugana.

 

Nasce nel 2020 l’idea della Capitale della Cultura 2023 di Bergamo e Brescia che si concretizza nel tema cardine de “La Città illuminata”, un progetto che mira a costruire una visione del futuro da lasciare in eredità all’intero territorio La cultura per rilanciarsi dopo l’emergenza pandemica, per dare piena forma e realizzazione al rilancio che Bergamo e Brescia pianificano e immaginano dopo la vicenda covid19.

Il tessuto produttivo manifatturiero di queste due città è da sempre tra quelli a maggiore valore aggiunto di tutta l’Europa, così come è la dorsale storica che ha contribuito allo sviluppo e alla modernizzazione del nostro Paese. Partendo da questo scenario sono stati costruiti percorsi collaborativi tra due aspetti culturali spesso posti in antitesi, quello legato alla cultura umanistica e artistica e quello scientifico/tecnologico che in questo contesto saranno rielaborati e uniti per costruire un’eredità da lasciare al territorio a conclusione dell’anno.

 

Mappa degli Immobili

Altre proprietà